• 20 Febbraio 2022
  • News
  • by Emanuela Crosetti
  • 93
  • 0

L’istruzione incontra la salute. Le scuole di Abano Terme saranno riscaldate grazie alle acque termali

La notizia arriva dall’amministrazione comunale di Abano Terme guidata dal sindaco Federico Barbierato, che ha deciso di dare il via a tre progetti finalizzati all’utilizzo di fonti energetiche alternative, come appunto le acque termali, per il riscaldamento dei plessi scolastici. Due dei tre plessi, infatti, saranno riscaldati con l’utilizzo della geotermia. Il sottosuolo di Abano si presta in modo eccellente a questo scopo. Particolarmente interessante, però, è il progetto che riguarda la fonte primaria di calore che sarà utilizzata nel rifacimento dell’impianto di riscaldamento dell’Istituto comprensivo “Vittorino da Feltre”.

Il questo caso, per riscaldare l’istituto saranno utilizzate le acque termali reflue, già precedentemente sfruttate negli stabilimenti termali e opportunamente canalizzate. Si tratta di un intervento fortemente innovativo, che coniuga la ricerca di fonti alternative con l’economizzazione dell’energia. L’idea di utilizzare le acque reflue dei trattamenti termali come fonte di riscaldamento è stato a lungo argomento di discussione finché, dopo decenni di teorizzazione, nel 2017 si era arrivato ad un accordo fra il Comune, l’Università di Padova e il Bioce (Bacino idrominerario omogeneo dei Colli Euganei), l’ente che raggruppa tutti i concessionari di acque termali, da cui aveva preso il via uno studio che era arrivato a stabilire la fattibilità pratica ed economica del progetto.

Vincitrice dell’appalto è risultata la società Engie Servizi spa, azienda leader europea che, solo in Italia, gestisce le strutture impiantistiche per 300 pubbliche amministrazioni con 10.000 edifici e 3.500 plessi scolastici interessati. In tutto, comprendendo anche i progetti sulla geotermia, il Comune prevede di impegnare in questo progetto circa 4,5 milioni di euro, che serviranno, oltre che per la realizzazione degli impianti termici, anche per il loro telecontrollo e la loro telegestione.

Tags:

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *