• 21 Novembre 2022
  • News
  • by Emanuela Crosetti
  • 570
  • 0

Già direttore del Servizio III – Relazioni Internazionali presso il MiC, Rosanna Binacchi collaborerà con A.N.Co.T.

Nella giornata di venerdì 18 novembre, nei locali del Centro Culturale Scientifico della Medicina Termale, presso la Scuola di Specializzazione in Medicina Termale a Roma, la Presidente di A.N.Co.T. (Associazione Nazionale Comuni Termali), Franca Roso, ha incontrato il professor Antonio Fraioli, vicedirettore della Scuola di Specializzazione in Medicina Termale dell’Università “La Sapienza” di Roma, e la dottoressa Rosanna Binacchi, già Direttore del Servizio III – Relazioni Internazionali – Segretariato Generale presso il MiC.

Nel corso dell’incontro, caratterizzato da un clima informale e fortemente propositivo, sono state messe in evidenza, grazie anche al contributo del prof. Fraioli, le molteplici qualità che nobilitano le acque dei Comuni Termali di tutta Italia e soprattutto la loro straordinaria varietà che, unita alle tante eccellenze e peculiarità dei centri a cui fanno riferimento e al patrimonio storico e culturale del nostro Paese, rendono il termalismo italiano un unicum a livello mondiale.

Proprio alla luce di questa unicità, è stato possibile tratteggiare, con l’indispensabile contributo dell’interessata, le prime basi per una futura collaborazione e sinergia fra A.N.Co.T. e la dottoressa Binacchi, che potrà fornire all’Associazione le chiavi per dischiudere nuove e importanti direttrici di sviluppo a livello italiano e internazionale.

Nelle prossime settimane, l’Associazione opererà per allargare ulteriormente la propria base di Comuni aderenti e per acquisire informazioni sensibili che possano consentire la stesura di un documento finalizzato a catalizzare nel prossimo futuro sui Comuni associati nuovi e importanti flussi turistici.

È intenzione di A.N.Co.T. redigere, nel più breve tempo possibile, una relazione programmatica che sarà successivamente sottoposta all’attenzione del Governo, al fine di individuare un percorso che possa permettere di concretizzare le straordinarie, e in parte ancora inesplorate, opportunità legate alle sinergie fra termalismo e territorio.

Tags:

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *