• 16 Febbraio 2022
  • News
  • by Emanuela Crosetti
  • 78
  • 0

Tempo di turismo contemporaneo, a Campiglia Marittima, che ad oggi può contare su una fervida sinergia tra pubblico, privato e associazioni locali

Campiglia Marittima è ad oggi custode di un promettente tavolo di lavoro, laboratorio di idee dove prenderà presto vita il progetto di un turismo che si può a tutti gli effetti definire contemporaneo. La riunione, convocata dalla stessa amministrazione comunale, ha visto la presenza di stakeholder locali, attività commerciali, strutture ricettive, ristoratori e, ovviamente, i rappresentanti del settore termale. “Il valore aggiunto di questo incontro – ha spiegato l’assessora al Turismo Stella Zannoni – consiste nella presenza e nella collaborazione delle nostre associazioni commerciali, produttive, culturali sportive e di promozione.

Il tavolo di lavoro si colloca naturalmente in un contesto di collaborazione anche con le istituzioni come “La Parchi Val di Cornia” e l’”Ambito Costa degli Etruschi”, con l’obiettivo sia da parte dell’amministrazione comunale sia del Tavolo, di concretizzare un’azione comune di pianificazione turistica per la destinazione turistica Campiglia Marittima e Venturina Terme”.

Il percorso di condivisione e progettazione finalizzato a valorizzare il territorio sarà suddiviso in quattro indirizzi tematici: termale, culturale, enogastronomico e outdoor. Il tavolo di lavoro, inoltre, sarà luogo di confronto e analisi sui temi di riqualificazione urbana, sui servizi e sulla mobilità, tutto naturalmente a sostegno dello sviluppo turistico eco-sostenibile.

Al primo incontro, l’amministrazione comunale ha assicurato che sarà realizzato un piano di comunicazione e promozione territoriale, allo scopo di valorizzare i quattro indirizzi turistici che il territorio offre. Nei prossimi incontri, invece, i vari p po partecipanti potranno portare idee, proposte, sviluppo di eventi da ricondurre all’interno della strategia di promozione.

La parola alle associazioni

Attività Unite, presidente Stefano Sinibaldi:

“Ritengo importante pianificare interventi volti ad allungare la stagionalità turistica anche al periodo invernale, nonché dare un maggiore impulso all’offerta termale, con l’allungamento del periodo di apertura delle strutture, anche per coerenza con il nome che è stato dato qualche anno fa a Venturina. Bisogna investire in una pubblicità di livello nazionale studiata e realizzata da professionisti del settore”.

Seiventurinesese, presidente Giovanni Manzini:

“Un momento sicuramente importante è quello di aver dato il via alla formazione di un tavolo di lavoro sul turismo. Tante forze riunite per creare un gruppo di lavoro dedito a promuovere seriamente nuovi importanti progetti turistici. Ringraziamo per l’invito ricevuto e ci mettiamo a disposizione per contribuire alla crescita turistica partendo da iniziative che coniughino la natura, la storia, l’outdoor, l’enogastronomia, completando un’offerta che faccia la differenza, attirando maggiori flussi turistici anche nei periodi di bassa stagione”.

Amacampiglia, presidente Luca Vitellozzi:

“Siamo pienamente soddisfatti della prima riunione del Tavolo dello Sviluppo Turistico La pluralità di ricchezze presenti nella nostra zona, ha permesso negli ultimi anni la crescita delle presenze turistiche. Paradossalmente la pandemia ha mostrato ancora di più le opportunità che la nostra zona può offrire a chi vuole trascorrere periodi in un luogo piacevole da molti punti di vista e versatile in termini di attività da poter praticare. Bisogna ricercare un dialogo costante fra le strutture turistico ricettive, gli impianti termali, le case vinicole, Parchi Val di Cornia, attività di noleggio, ristoratori, e le attività del territorio per favorire l’offerta turistica. Occorre spingere anche molto sul turismo outdoor, ed in quello eno-gastronomico, con l’obiettivo di aumentare le presenze nei periodi di bassa stagione”.

Monte Calvi Trail, presidente Maurizio Guerrini:

“Come associazione attiva sul territorio crediamo molto in questo tavolo di lavoro fortemente voluto dall’amministrazione comunale: un modo per far fronte comune alle necessità del turista e la creazione di molte opportunità per gli ospiti che scelgono di venire a conoscere il nostro territorio. Crediamo che sia un modo per offrire un prodotto turistico organizzato e coerente, in modo da rafforzare sempre di più l’identità territoriale di Campiglia Marittima”.

Strutture Termali, presidente Massimo D’Onofrio:

“Il Parco Termale è localizzato in una zona in cui sono ancora insufficienti i servizi di trasporto e i collegamenti con infrastrutture di mobilità dolce, seppure negli ultimi anni si stiano realizzando e progettando reti di piste ciclabili e percorsi naturalistici. il potenziamento dei mezzi di comunicazione tra le terme (vicine al centro commerciale di Venturina), il mare, la stazione ferroviaria e i borghi sarebbe la via più strategica per attivare un importante circolo virtuoso che andrebbe a beneficio di tutta la comunità”.

Evc, presidente Alberto Brogioni:

“L’Ente Valorizzazione Campiglia si trova nella sua fase di rinnovamento: come previsto dallo statuto infatti, ogni tre anni il consiglio direttivo rimette il mandato per andare a nuove elezioni. Tutto dipenderà quindi dall’esito delle elezioni che si svolgeranno proprio il prossimo fine settimana (12/13 febbraio, ndr) , ma credo che l’EVC che verrà, chiunque sia il nuovo presidente, non possa fare altro che proseguire in questo percorso di crescita che deve passare attraverso la collaborazione continua e fattiva con tutto il tessuto associativo e con l’Amministrazione del nostro Comune. Fare squadra, fare sistema, è l’unico modo possibile per crescere e migliorare. Ritengo che la costituzione del tavolo di confronto sia un passo decisivo in questa direzione”.

Gruppo imprese, presidente Gabriella Micaelli:

“Tutte le associazioni chiamate al tavolo del turismo sono legate da un obiettivo comune perseguito sotto vari aspetti da molto tempo, la valorizzazione del nostro territorio, ricco di risorse sotto ogni punto di vista; quindi le offerte turistiche non si limitano più al turismo balneare, ma spaziano tra l’Outdoor, l’Enogastronomico, il naturalistico, l’archeologico, offerte che devono essere portate a conoscenza di un vasto pubblico tramite ogni forma di comunicazione; grazie all’idea e il coordinamento dell’amministrazione, questo tavolo condiviso con l’impegno di tutti può portare ottimi risultati”.

Tags:

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *