• 27 Giugno 2023
  • News
  • by Emanuela Crosetti
  • 190
  • 0

Successo per il convegno “Le terme: salute e benessere senza tempo – dai bronzi di San Casciano alla piattaforma digitale Italcares” organizzato a Roma da Federterme

Il termalismo non è solo salute e benessere, ma anche storia e cultura. Perchè salute e benessere sono valori senza tempo. Lo dimostra la straordinaria scoperta archeologica compiuta nel 2022 nell’area del Bagno Grande delle Terme di San Casciano dei Bagni, dove sono state rinvenute 24 statue in bronzo di età romana, insieme ad altri meravigliosi reperti. Da questa scoperta, Federterme ha preso spunto per organizzare a Roma, nell’auditorium dell’Ara Pacis, un convegno sul tema “Le terme: salute e benessere senza tempo – dai bronzi di San Casciano alla piattaforma digitale Italcares“.

A San Casciano, oggi piccolo Comune di 1508 abitanti nella provincia di Siena, etruschi e romani “scoprirono l’acqua calda”, letteralmente. E capirono che poteva avere effetti benefici. E così, intorno alla sorgente, nacque un culto salutifero e venne costruito un santuario dove etruschi e romani convivevano: pregando, votandosi alle divinità, offrendo statuette e monete.

Si è sempre pensato che l’area potesse nascondere un tesoro. Ed è proprio grazie alla determinazione del Comune, dopo anni di studi, che finalmente il passato è riaffiorato. Nel corso dell’ultima campagna di scavi del 2019, infatti, nell’antica vasca sacra della sorgente termo-minerale del Bagno Grande, sono emerse, oltre alle suddette statue di bronzo, anche ex voto, numerosi altri oggetti e ben 5000 monete in oro, argento e bronzo. Tutti in perfetto stato di conservazione, protetti dall’acqua a 42° della sorgente e dal fango che li ha preservate dall’ossidazione. Si tratta di capolavoro dell’antichità (tutti tra il II secolo a.C. e il I secolo d.C), provenienti da un periodo storico di importanti trasformazioni che coincide col passaggio tra Etruschi e Romani.

Per gli esperti, si tratta “del più grande ritrovamento archeologico dai tempi dei bronzi di Riace”. Questa scoperta offre a San Casciano una straordinaria opportunità. In paese, grazie ai fondi erogati dal ministero della Cultura, nascerà quindi un nuovo museo, che ospiterà le statue e un parco archeologico. Due nuovi luoghi che saranno per il territorio un motore di sviluppo.

La volontà di Federterme

Il convegno di Roma, oltre a celebrare questa scoperta, ha messo altresì in risalto le capacità e l’attivismo del Presidente di Federterme, ing. Massimo Caputi, che ha saputo coniugare l’alleanza tra territori, istituzioni, parti sociali e imprese, nell’ottica di una nuova frontiera del turismo sanitario e del benessere. Tutto ciò, anche grazie alla presentazione della nuova piattaforma Italcares, che permetterà di sviluppare il turismo medicale su scala internazionale.

Tra gli ospiti presenti, il Ministro della Salute Orazio Schillaci, il Ministro del Turismo Daniela Santanchè e la Director for Europe della United Nation World Tourism Organization Alessandria Priante. A.N.Co.T. ha partecipato con la Presidente Franca Roso e la consulente medica dottoressa Sandra Preite, che hanno colto l’occasione per rafforzare i legami con le massime autorità nazionali nell’ambito del Termalismo.

Tags:

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *