• 22 Febbraio 2023
  • News
  • by Emanuela Crosetti
  • 517
  • 0

Le Terme d’Italia sono una ricchezza originaria dei territori e fortemente correlata con l’ambiente e le risorse locali. Il benessere termale ha quindi un’accezione precisa e i Romani avevano ben compreso la cosiddetta salus per aquam, la salute del corpo e dello spirito attraverso l’acqua che cura. Oggi, però, oltre ad avere un ruolo determinante per la salute in quanto fonti di benessere, le Terme rivestono anche e soprattutto un ruolo strategico per lo sviluppo turistico ed economico del territorio.

Il termalismo in Italia non si rivolge soltanto a pazienti, ma ad ospiti. A tutti coloro che frequentano le Terme, infatti, si offre l’occasione di essere turisti. Da qui, l’idea di creare specifici Itinerari Turistici dei Borghi delle Terme d’Italia, con l’obiettivo di promuovere le Terme stesse, rendendole riconoscibili attraverso una programmazione che le metta al centro di un percorso turistico diversificato. Le singole città termali, infatti, nate spesso solo in funzione dell’attività termale, devono essere valorizzate anche per la loro appartenenza ad un territorio più ampio e variegato.

Il turista attuale vuole sempre di più. Esperienze, novità, eccellenze locali, proposte originali, tradizioni e possibilità di conoscere il patrimonio artistico e religioso della zona. A soddisfare questa esigenza, il “Progetto caRte”, vero e proprio strumento attuativo del network dei Borghi delle Terme d’Italia.

Esso prevede che si individui un territorio satellite alle città termali e lo si definisca “territorio termale”, coinvolgendo gli attrattori già presenti e realizzando con loro una rete omogenea, i cosidetti “perCorsi d’Acqua – Itinerari Turistici Termali”. “Salute olistica”, ecco il termine chiave per ampliare le offerte e gli orizzonti del mercato, integrando alle cure tutto il patrimonio di ricchezze locali che circonda la città termale.

Tra gli obiettivi principali del progetto: rafforzare l’offerta termale attraverso lo sviluppo e la promozione dei prodotti culturali presenti sul territorio, nonché creare flussi di utenza interessati tanto alla cultura del benessere quanto al patrimonio materiale e immateriale del luogo. È fondamentale, quindi, far dialogare le strutture termali con la loro area di appartenenza: per valorizzare la storia, diffondere tradizioni, promuovere l’enogastronomia, e per far sentire il visitatore parte di un’esperienza più vasta e profonda. Ma non solo. Attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, (Sito web, App, QR Code, ecc.) le Terme d’Italia sono in grado di interagire con le attività commerciali e con i diversi attrattori del territorio termale. La tecnologia diventa così il fondamento della fruizione dei territori termali, la frontiera dell’innovazione.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *