Cure termali post Covid: accordo Asl Bt e Terme di Margherita di Savoia
  • 1 Settembre 2021
  • News
  • by Emanuela Crosetti
  • 107
  • 0

Presentato dall’Asl Bt e le Terme di Margherita di Savoia, il progetto pilota per attivare il percorso di cure post Covid di riabilitazione respiratoria e polmonare

A fare da apripista al nuovo progetto di cure post Covid sono state, proprio in questi giorni, le Terme di Margherita di Savoia, in provincia di Barletta, in accordo con la Asl Bt e in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari. Un progetto di grande “respiro” – se ci passate il termine – che prevede l’attivazione di un pacchetto day-service di riabilitazione respiratoria e polmonare destinato a tutti quei pazienti che, anche dopo la negativizzazione Covid, continuano ad avere bisogno di assistenza. La fase di recupero, infatti, può rivelarsi talvolta piuttosto lunga, con disturbi che si protraggono anche per mesi e con le dilatazioni polmonari che, se cronicizzate, rischiano di evolvere in bronchiti serie, accompagnate spesso da fenomeni quali desaturazione di ossigeno sotto sforzo, deficit neuromuscolari, alterazioni psicopatologiche del sistema nervoso e problemi nutrizionali.

“Il progetto appena approvato – ha dichiarato in merito Pier Luigi Lopalco, Assessore alle Salute della Regione Puglia – ha come obiettivo quello di prevenire queste complicanze grazie all’efficacia scientificamente provata di queste acque termali”. “Siamo orgogliosi e soddisfatti di essere parte attiva di questa iniziativa – ha commentato la dottoressa Marina Lalli, Amministratrice Unica delle Terme di Margherita di Savoia – in particolar modo perché la Regione Puglia, nell’attivare il pacchetto, ha compiuto un passo davvero importante nell’ambito del termalismo, settore che non deve essere considerato solo un luogo di benessere ma anche e soprattutto un luogo di cura”.

I dettagli del percorso

Il day-service “Cure termali – riabilitazione post Covid” viene prescritto dal medico di Medicina Generale in regime di convenzione e consiste in 12 sedute. Nello specifico, si tratta di un ciclo di trattamenti termali che vanno dalle cure inalatorie alle ventilazioni polmonari, il tutto basato sulle proprietà antinfiammatorie e decongestionanti delle acque termali, particolarmente dotate di un elevato grado di salinità. “Abbiamo aggiunto – ricorda Onofrio Resta, pneumologo e direttore scientifico del progetto – anche i bagni con idromassaggio, completando così la riabilitazione con la idrokinesiterapia, per un miglioramento della circolazione negli arti inferiori e del tono muscolare”.

Il percorso riabilitativo attraverso le acque termali presenti a Margherita di Savoia rientra nel progetto sperimentale della Università degli Studi di Bari “Prevenzione e cura della riacutizzazione delle forme bronchiectasiche e esiti polmonari post Covid – Utilità del trattamento con le acque minerali salsobromoiodiche associata alla fisiokinesiterpia”.

Tags:

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *